Il riscaldamento e raffrescamento a pavimento rappresenta un ottimo investimento nell'ambito impiantistico permettendo una climatizzazione dell'aria "ad altezza d'uomo", quindi senza necessariamente arrivare a riscaldare l'ambiente fino a soffitto. Le temperature di esercizio del riscaldamento a pavimento si aggirano, al massimo, intorno ai 37°/38°.

Questo non solo permette di coprire completamente quello che è il fabbisogno di calore dell'edificio offrendo la possibilità di raffrescare in estate con lo stesso impianto, ma, allo stesso tempo, permette un miglior sfruttamento dello spazio non avendo il condizionamento delle tradizionali piastre radianti a parete, con benefici tangibili dal punto di vista del confort, della salubrità e della sicurezza degli ambienti, e, ovviamente, del risparmio energetico.

L'unica installazione di pannello radiante che comunque consigliamo anche nel caso di un impianto come quello descritto in questa pagina è quella dello scalda salviette nel bagno, ma solo per una questione di praticità.

Attraverso i termostati la temperatura di ogni singolo ambiente può essere gestita autonomamente secondo le esigenze dell'utente anche in funzione della trasmittanza dovuta alla tipologia di pavimentazione utilizzata (è tangibile la differenza, per esempio, tra legno massello e gres ceramico).
La tecnologia dell'Impianto di riscaldamento a pavimento sta raggiungendo ormai degli standard di qualità ed efficienza davvero soddisfacienti, soprattutto se confrontati al tradizionale impianto a pannelli radianti. A questo si aggiunga la possibilità, con lo stesso impianto, durante l'estate, di sviluppare la circolazione di acqua fredda in modo tale da effettuare un raffrescamento degli ambienti, il tutto con costi di gestione minimi.
RISPARMIO
ENERGETICO
studio_tr3026015.jpg
Suggerimenti
Home
studio_tr3026014.jpg studio%20tr3%20mail.jpg studio_tr3026013.jpg facebook%20logo.jpg studio_tr3026012.jpg google%20maps.jpg
Società
Competenze
Architettura
Ingegneria
Topografia
Catasto
Direzione Lavori
Green Tr3
Attestati Energetici
Risparmio Energetico
Detrazioni Fiscali
Opere
Geo di Ceranesi
La "Guardia"
Download
Privacy
Dove Siamo
... per l'ambiente
impianto a pavimento
Risparmio Energetico
Serramenti a Taglio Termico
Isolamento Coperture
Isolamento a "Cappotto"
Isolamento Solai
Impianto Fotovoltaico
Impianto Solare Termico
Impianto Eolico
Impianto a Pavimento (caldo/freddo)
Valvole Termostatiche
Caldaia a Condensazione
Isolamento Muri Perimetrali
L'impianto a pavimento risulta di facile applicazione nel caso di fabbricati di nuova edificazione in quanto si tiene conto in fase di progettazione di tutte le necessità richieste da tale tecnologia, siano queste legate al passaggio di canalizzazioni, piuttosto che all'installazione di collettori, serbatoi di accumulo o locale caldaia.

Insorgono invece le problematiche quando si intende fruire di un tale sistema in un edificio esistente, necessitando pertanto la sua installazione di un'attenta progettazione per poter installare tutta la componentistica necessaria al suo funzionamento riducendo al minimo l'impatto dovuto agli interventi edili sulla struttura esistente (crene, nicchie, locli tecnici e quant'altro).

Risulta vincolante, inoltre, lo spessore dei pannelli sul pavimento in quanto questo determina una riduzione dell'altezza utile dei vani (che per motivi igienici deve essere non inferiore a 2,70 m), laddove non sia possibile rimuovere parte del sottofondo esistente.

Comunque gli ultimi sistemi prodotti garantiscono uno spessore globale tra pannello, serpentine e pavimento finito, di circa 3 cm rendendo l'intervento ormai praticabile nell'ambito di ogni ristrutturazione.
APPLICAZIONI
Impianto Trattamento Aria