Le detrazioni fiscali ad oggi in vigore nell'ambito edile riguardano interventi su edifici di civile abitazione che comportino lavori di ristrutturazione, manutenzione, efficientamento energetico o adeguamento sismico.

Detti interventi vengono classificati secondo due ordini di detrazione:

50% - Ristrutturazioni
ristrutturazioni edilizie, adeguamento sismico, manutenzione ordinaria o straordinaria, risanamento conservatico o restauro, acquisto di mobili (arredo).

65% - Ecobonus
efficientamento energetico, quindi interventi riguardanti isolamento termico, impianti di riscaldamento e/o condizionamento, cambio dei serramenti.

Per accedere alle aggevolazioni fiscali ad oggi in vigore il tutto dovrà essere certificato da un Tecnico abilitato mediante l'attestato di Certificazione o Qualificazione Energetica e la scheda informativa da consegnare all'ENEA entro 90 giorni dalla data di fine lavori.

Per maggiori informazioni potete scaricare il vademecum dell'Agenzia delle Entrate.
DETRARRE
Le detrazioni fiscali su recupero edilizio e ristrutturazioni edilizie e quelle sul risparmio energetico sono valide nella forma del 50%, le prime, e del 65%, le seconde, fino al 31 dicembre 2017, per i privati, e fino al 30 giugno 2018 per gli interventi condominiali sulle parti comuni che interessino almeno il 25% dell'intero fabbricato.
ECOBONUS
65%
fino al 31 dicembre 2017
Sono detraibili anche le spese professionali, oltre a fornitura e posa in opera di materiali isolanti e le opere murarie ad essi collegate.

Le detrazioni del 50% e 65% delle spese sostenute nel caso di opere di ristrutturazione di edifici abitativi sono da ripartire in dieci anni (o cinque e tre anni se il contribuente ha più di 75 oppure 80 anni di età).
Delle detrazioni fiscali del 50% e 65 % si può usufruire in virtù delle fatture emesse da Imprese e Operatori che hanno lavorato agli interventi a progetto, quindi non possono essere valide se applicate su quelle fatture che riguardano la fornitura del solo materiale.

Le detrazioni devono quindi riguardare la manodopera.

Tuttavia è stato eliminato l'obbligo di indicare il costo della manodopera nelle fatture emesse da parte dei Professionisti nei confronti delle Committenze che intendono beneficiare degli incentivi.

E' stato però anche introdotto l'obbligo di indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali dell'immobile oggetto dell'intervento di ristrutturazione.

I pagamenti di tutte le spese detraibili (50% e 65%), vanno effettuati tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga (e che quindi fruirà degli sgravi fiscali), ed il codice fiscale o partita Iva del beneficiario del pagamento.
RISTRUTTURAZIONI
Download
DETRAZIONI FISCALI
studio_tr3030012.jpg
Detrazioni Fiscali
50%
Home
studio_tr3030011.jpg studio%20tr3%20mail.jpg studio_tr3030010.jpg facebook%20logo.jpg studio_tr3030009.jpg google%20maps.jpg
Società
Competenze
Architettura
Ingegneria
Topografia
Catasto
Direzione Lavori
Green Tr3
Attestati Energetici
Risparmio Energetico
Detrazioni Fiscali
Opere
Geo di Ceranesi
La "Guardia"
Download
Privacy
Dove Siamo
65%
FATTURARE
50%
fino al 31 dicembre 2017